News

Piano per l’innovazione digitale nella scuola

Nell’ambito del progetto per lo sviluppo tecnologico non è mancato un piano per l’innovazione digitale nella scuola italiana. Grazie al piano per l’innovazione digitale si aspetta che nei prossimi anni il 90% delle scuole saranno dotate del Wi-Fi gratuito e della fibra ottica. Il tutto grazie ai nuovi investimenti in merito e alle strategie pensate appositamente per rilanciare il digitale nelle scuole. Il tutto per consolidare la formazione e in contempo diminuire il divario con le scuole di molti altri Stati dell’Unione Europea, come la Francia, la Spagna, l’Islanda e la Germania. L’investimento di ben 2.5 milioni di euro sarà utilissimo per creare degli ambienti innovativi e implementare il Fab Lab nelle scuole di periferia. Il piano per l’innovazione digitale delle scuole servirà anche per migliorare le competenze digitali del corpo insegnanti.

Inoltre le riforme in merito serviranno per consolidare gli investimenti già svolti mirando a dare una spinta sulla formazione dei docenti. Proprio da questa, difatti, dipenderà la formazione qualitativa data dalle scuole italiane. La digitalizzazione delle scuole aiuterà a creare dei contenuti chiari supportati dalle competenze lucide, in grado di fornire al sistema scolastico un senso di accompagnamento. Grazie agli strumenti digitali nelle scuole italiane i migliori contenuti potranno arrivare a tutti coloro che ne hanno bisogno, senza nemmeno spendere troppi soldi o tempo. I processi di digitalizzazione aiutano anche a investire sulla comunità innovatrice della scuola. Una di quelle che cresce nel tempo ed è destinata ad aumentare ancora.

A supporto delle proprie riforme in tema della digitalizzazione delle scuole il Miur ha ben pensato di lanciare lo Stakeholders’ Club. Si tratta di un insieme di ben 70 imprese e società civili, che raccoglie tutti gli interessati a collaborare sinergicamente sugli obiettivi del piano per l’innovazione digitale nella scuola. Il gruppo lavora di già in maniera sinergica con le amministrazioni per svolgere degli investimenti calibrati e precisi nella scuola. Per non fermare il processo di digitalizzazione delle scuole, il Miur ha già annunciato ben 16 azioni innovative che intende svolgere in tal ambito negli anni a venire. Qui saranno incluse sia le riforme riguardanti l’ampliamento delle tecnologie digitali nelle scuole, che le innovazioni sul percorso didattico delle scuole italiane e del corpo docenti.”

Gent.me Famiglie,

in ottemperanza all’ordinanza n. 623 art. 5 lettera C di Regione Lombardia, da lunedì 26 p.v. fino al 15 novembre compreso, salvo ulteriori indicazioni, le lezioni si svolgeranno in modalità a distanza (DID), utilizzando la piattaforma Google Calendar per la pianificazione e Google Meet per le videolezioni. Compiti ed eventuale materiale didattico verranno inviati tramite Skype o Edmodo.

La partecipazione alle lezioni è obbligatoria e seguirà il seguente orario: lunedì – venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 14:50.

Le assenze verranno puntualmente segnalate dalla segreteria didattica.

Cordiali saluti.

Il Dirigente scolastico

F. Brandinali