News

Coding per le scuole

Quale scuola scegliere per lavorare nell’informatica?

Il momento della scelta della scuola superiore da frequentare non è mai facile, e per scegliere non si hanno mai le idee chiare, soprattutto finite le scuole medie. La sola cosa che sai? Da grande vuoi lavorare con i computer e aspiri a diventare un informatico. Quale indirizzo conviene scegliere di più alle superiori, anche in previsione della prosecuzione degli studi all’università nell’ambito informatico? Esistono degli istituti tecnici specifici con indirizzo informatico o dei percorsi professionali. Quali sono? Scopriamolo insieme tenendo presente che, una volta terminata la scuola superiore, c’è sempre la possibilità di iscriversi a facoltà come ingegneria informaticainformatica scienze informatiche. Come per tanti altri percorsi, quindi, rimane valida la regola per la quale si può scegliere qualunque istituto superiore e proseguire poi gli studi in seguito con percorsi più specifici.

 

Quale percorso di studi per diventare informatico?

Voler fare gli informatici nella vita è una bella prospettiva poiché è uno dei lavori più redditizi e non è difficile trovare una serie di opportunità diverse. Non è per forza necessaria una laurea, alle volte è anche sufficiente un diploma da perito informatico. Per chi volesse c’è comunque la possibilità, per lavorare a livelli più alti, di prendere una laurea triennale o specialistica nell’ambito dell’informatica. Le strade praticabili, insomma, sono diverse a seconda dell’ambizione della voglia che si ha di studiare. Una volta concluso il percorso di studi di può entrare in un’azienda come dipendente o, in alternativa, pensare di mettersi in proprio. Si può lavorare in diversi settori: dallo sviluppo delle app ai videogames passando per internet, tutti questi campi sono in forte espansione. Qual è la scuola superiore adatta, quindi, per acquisire le conoscenze necessarie per entrare nel campo dell’informatica?

Scuola superiore per diventare informatico

Per diventare informatico occorre conoscere i linguaggi di programmazione e avere una certa predisposizione a smanettare con i computer. Tra i codici più richiesti troviamo JavaObjective-C e NET Framework a seconda che si lavori con Windows o con Apple. Il lavoro come informatico è molto tecnico quindi, per cominciare, è opportuno scegliere un percorso – che sia professionale o un istituto tecnico – che preveda lo studio di materie inerenti la programmazione e l’informatica in generale.
Uno specifico indirizzo è, senza dubbio, Informatica e Telecomunicazioni. Ideale per chi ha passione per il campo dell’informatica e vuole lavorare nell’innovazione tecnologica, questa scuola superiore insegna a collaborare in progetti inerenti sicurezza e privacy, lavorare nel campo dell’informazione, delle app, della tecnologia web, delle reti e degli apparecchi di comunicazione. Ideare, valutare, installare, configurare, gestire: nulla di tutto questo avrà più segreti per voi una volta preso il diploma in Informatica e Telecomunicazioni.

Gent.me Famiglie,

in ottemperanza all’ordinanza n. 623 art. 5 lettera C di Regione Lombardia, da lunedì 26 p.v. fino al 15 novembre compreso, salvo ulteriori indicazioni, le lezioni si svolgeranno in modalità a distanza (DID), utilizzando la piattaforma Google Calendar per la pianificazione e Google Meet per le videolezioni. Compiti ed eventuale materiale didattico verranno inviati tramite Skype o Edmodo.

La partecipazione alle lezioni è obbligatoria e seguirà il seguente orario: lunedì – venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 14:50.

Le assenze verranno puntualmente segnalate dalla segreteria didattica.

Cordiali saluti.

Il Dirigente scolastico

F. Brandinali