News

Come recuperare gli anni scolastici

La bocciatura è spesso difficile da digerire ma può anche essere un modo per riassestarsi e ricominciare. L’opportunità del recupero dell’anno scolastico, poi, permette di rimettersi in pari ed ottenere il diploma nei tempi prestabiliti.

 

La bocciatura e le sue cause

Una bocciatura non è mai una buona notizia, è un evento che può essere faticoso da superare sia per lo studente sia per la sua famiglia. Eppure, può capitare a qualsiasi ragazzo di perdere un anno e di rimanere indietro con gli studi.

In generale, si è portati a pensare che uno studente bocciato sia svogliato e che non studi a sufficienza ma questo non sempre è vero. Una bocciatura, infatti, può essere determinata da numerosi fattori: una scelta sbagliata dell’indirizzo di studi; una lunga serie di assenze, magari dovute a un malessere; la mancanza di un metodo di studio adeguato o, ancora, qualche incomprensione con i docenti.

 

Cosa fare quando si viene bocciati?

Allora, come bisogna comportarsi di fronte a una bocciatura? È importante “incassare il colpo” il più serenamente possibile e cercare di comprendere i motivi della bocciatura senza viverla come un’onta di cui vergognarsi. In questo modo la bocciatura può diventare un momento per riassestarsi, per mettersi in discussione e per ricominciare.

Un’opportunità, forse la più scontata, è quella di ripetere la classe persa nella propria scuola; il rischio, però, è quello di rifare gli stessi errori dell’anno precedente. Chi ha perso più di un anno potrebbe valutare la scelta radicale di abbandonare gli studi e di intraprendere un percorso lavorativo incerto e di poche prospettive. Poi, c’è l’opportunità del recupero anni.

 

Cosa significa recuperare un anno scolastico

La legge italiana, infatti, permette di recuperare uno o più anni scolastici sostenendo degli esami di idoneità presso le scuole statali o paritarie. Gli studenti che scelgono questa strada sono definiti dalle norme di riferimento “candidati esterni” o “privatisti”. Questi ragazzi possono rivolgersi a scuole che si fanno carico della preparazione di questi esami di idoneità per il recupero degli anni scolastici, come l’Istituto Campania di Milano.

Questi istituti offrono una preparazione mirata che permette di condensare in un singolo anno il programma di studi che di solito viene svolto in un biennio. I docenti accompagnano lo studente nella preparazione dell’esame riconoscendo le sue difficoltà, le eventuali lacune e lavorando con lui per superarle. Inoltre, gli insegnanti e i tutor lavorano per rendere autonomi i ragazzi aiutandoli a sviluppare un metodo di studio efficace. Anche negli istituti di preparazione, durante l’anno i ragazzi svolgono regolarmente verifiche e interrogazioni, che permettono alle famiglie di avere sotto controllo la preparazione del ragazzo.

Per concludere, è importante ricordare che questi istituti privati non sono, in nessun caso, autorizzati a rilasciare titoli di studio; iscriversi in una di queste scuole, quindi, non significa pagare per ottenere il diploma o la promozione.

Gent.me Famiglie,

in ottemperanza all’ordinanza n. 623 art. 5 lettera C di Regione Lombardia, da lunedì 26 p.v. fino al 15 novembre compreso, salvo ulteriori indicazioni, le lezioni si svolgeranno in modalità a distanza (DID), utilizzando la piattaforma Google Calendar per la pianificazione e Google Meet per le videolezioni. Compiti ed eventuale materiale didattico verranno inviati tramite Skype o Edmodo.

La partecipazione alle lezioni è obbligatoria e seguirà il seguente orario: lunedì – venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 14:50.

Le assenze verranno puntualmente segnalate dalla segreteria didattica.

Cordiali saluti.

Il Dirigente scolastico

F. Brandinali